Come aumentare la condivisione su Facebook

  • Sharebar

Un articolo dedicato a tutti i gestori di una pagina Facebook.

Scommetto che anche voi cercate il più possibile di pubblicare contenuti che vengano condivisi dai vostri lettori.

Più i post vengono condivisi, più persone li vedono, meglio è, giusto?

Ma come capire quali sono i contenuti più condivisi?

Io consiglio di condurre piccoli esperimenti e capire se il comportamento dei lettori effettivamente confermi che vi sia una maggiore condivisione in atto.

Illustro un esempio tratto dalla pagina di Italiansinfuga.

A me piacciono molto le ‘cartoline’ pubblicate utilizzando SomeECards.

Le ho notate su Facebook perché condivise da amici, non perché conoscessi il sito grazie al quale vengono create.

Per chi non le conoscesse sono quelle tipo la seguente:
someecards.com - May you live to be so old that your driving terrifies people.

Chiunque può crearne utilizzando il sito che contiene le immagini pre-impostate e modificando il testo che le accompagna.

Mi sono chiesto: “se piacciono a me, è possibile che piacciano ai fans della pagina di Italiansinfuga su Facebook? Ed è possibile che aumentino la condivisione dei contenuti?”

Ho iniziato a creare ecards (cosa che, tra l’altro, mi diverte) e ho poi misurato la condivisione confrontandolo con la condivisione media degli ‘altri’ post.

Ad oggi ne ho pubblicate 6 ma posso confermare che statisticamente la condivisione è maggiore rispetto alla media dei 300 circa ‘altri’ post pubblicati durante lo stesso periodo.

 

La condivisione delle e-cards è di 56 ogni 6.228 persone raggiunte (0,9%) mentre per gli altri post è di 18 ogni 6.592 persone raggiunte (0,3%).

Ho utilizzato lo strumento gratuito messo a disposizione da Visual Website Optimizer per capire se il risultato abbia validità statistica significativa.

Ovviamente questo non vuol dire che da oggi in poi consiglio di pubblicare solo e-cards oppure di aumentare il numero di e-cards pubblicate al giorno (attualmente solo una).

A lungo andare i fans possono benissimo stancarsi e il tasso di condivisione può ridursi rendendo la tipologia di post meno efficace.

Suggerisco però di utilizzare questa metodologia per capire meglio quali contenuti i vostri fans preferiscano in modo da fornire loro una migliore esperienza su Facebook.

E voi? Conducete questo tipo di esperimenti?

Biografia dell'Autore

Aldo Mencaraglia è nato a Genova ed è cresciuto in provincia di Cuneo. A 19 anni è partito per studiare in Inghilterra e non è più tornato. Ha lavorato in Gran Bretagna, Cina e Taiwan e dal 2002 vive a Melbourne, Australia. Nel 2008, per condividere la sua esperienza con quanti sognano di cambiare vita, ha aperto italiansinfuga.com. Nel 2011 ha aperto Italiansinfugadigitale.com per condividere tutto ciò che ha imparato su come creare un blog.

Commenti (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Bellissimo articolo!! Purtroopo non è così semplice quando si hanno pagine non avviate, cioè che hanno pochi visitatori!!!
    Credo che quei post siano carini veramente!

Rispondi a www.tuttoinformatico.weebly.com




Se vuoi mostrare una tua immagine di fianco ai commenti, crea un Gravatar.