Perché dire addio a (alcuni) iscritti alla vostra Newsletter

  • Sharebar

Il numero di iscritti alla vostra newsletter è in continua crescita? Fantastico!

Significa che i lettori del vostro blog lo trovano interessante e vogliono ricevere periodici aggiornamenti da parte vostra.

Ogni tanto però consiglio di sfoltire gli iscritti alla newsletter.

Perché?

Perché gestire una newsletter costa.

A seconda del numero di iscritti che avete e del servizio che usate, il costo può raggiungere alcune centinaia di euro al mese.

Il costo dipende dal numero di iscritti alla newsletter, nel mio caso circa 8 dollari al mese per ogni 1.000 iscritti per un totale di circa 33 mila iscritti.
Quello che io faccio periodicamente è cancellare iscritti ma seguendo alcuni criteri molto precisi.

Innanzitutto elimino coloro che si sono già cancellati volontariamente.

Aweber, il servizio che uso, li mantiene ‘sospesi’ in un segmento ‘unsubscribed’ per il quale continuo comunque a pagare.

Se non li eliminassi, pagherei soldini per chi mi ha comunicato chiaramente che non vuole più ricevere le mie email. Uno spreco di risorse.

In secondo luogo cancello gli indirizzi email che ‘rimbalzano’. Per tutta una serie di motivi alcuni indirizzi email non funzionano più e le mie newsletters non possono essere ricevute. Di nuovo, inutile sprecare soldi se il destinatario non è in grado di ricevere le mie missive.

Infine cancello chi non ha aperto alcun messaggio da un tot di tempo.

Aweber mi consente di sapere quali iscritti non hanno aperto alcun messaggio da una data che stabilisco io.

Il mio ragionamento è che se qualcuno non ha aperto una email da parte di Italiansinfuga da 6 mesi, molto probabilmente non è più interessato a riceverne.

In 6 mesi spedisco circa 24 email (una alla settimana di aggiornamento sui contenuti del blog) come minimo.

Ovviamente ci sono una miriade di motivi dietro alla non apertura dei messaggi ma il risultato è lo stesso. L’iscrizione originale non trova riscontro nelle comunicazioni più recenti.

Se non apri le mie ultime 24 email mi sa che sto sprecando il tuo tempo ed è quindi meglio dirsi addio (si spera arrivederci).

Secondo me è meglio avere un numero di iscritti alla newsletter inferiore ma con un impegno reciproco maggiore in modo che entrambe le parti siano soddisfatte.

E voi? Ogni quanto sfoltite gli iscritti alla vostra newsletter?

Biografia dell'Autore

Aldo Mencaraglia è nato a Genova ed è cresciuto in provincia di Cuneo. A 19 anni è partito per studiare in Inghilterra e non è più tornato. Ha lavorato in Gran Bretagna, Cina e Taiwan e dal 2002 vive a Melbourne, Australia. Nel 2008, per condividere la sua esperienza con quanti sognano di cambiare vita, ha aperto italiansinfuga.com. Nel 2011 ha aperto Italiansinfugadigitale.com per condividere tutto ciò che ha imparato su come creare un blog.

Scrivi un commento




Se vuoi mostrare una tua immagine di fianco ai commenti, crea un Gravatar.