Google aggiorna Adwords per gestire l’interconnettività degli utenti

  • Sharebar

Google ha annunciato “un’evoluzione” del suo programma Adwords.

Questo può essere molto importante per voi come blogger perché Adwords  è uno dei metodi più veloci ed immediati, anche se ovviamente costoso, di indirizzare traffico verso il vostro blog.

Per chi non lo conoscesse, Adwords è un programma di pubblicità on-line attraverso il quale le aziende possono fare pubblicità al fine indirizzare traffico verso le loro proprietà web.

Queste pubblicità appariranno sia sui risultati di ricerca su Google che su siti Web affiliati con Google attraverso loro programma Adsense.

Gli ultimi cambiamenti vengono giustificati con il sempre maggiore utilizzo di piattaforme mobili da parte degli utenti.

Pare che il 90% degli utenti che hanno più di un modo di collegarsi a Internet utilizzino un numero diverso di schermi per completare un compito. Inoltre esiste sempre un numero maggiore di strumenti con i quali collegarsi a Internet: computer, laptop, tablet, smartphones, mini-tablet, televisione eccetera.

E il loro utilizzo sta convergendo sempre di più.

Questo crea, secondo Google, opportunità per le aziende in termini di marketing.

Viene dato l’esempio di una pizzeria che probabilmente vuole mostrare una pubblicità a qualcuno che cerca “pizza” all’una del pomeriggio dal proprio computer al lavoro diversa dalla pubblicità mostrata a qualcuno che cerca “pizza” alle otto di sera su uno smartphone e si trova a mezzo kilometro dalla pizzeria.

La locazione fisica, l’ora e le caratteristiche tecniche dello strumento che l’utente sta usando stanno diventando fattori sempre più importanti per scegliere quale sia la giusta pubblicità da mostrare.

Con le nuove campagne pubblicitarie, Google sostiene che l’azienda che fa pubblicità non deve più preoccuparsi di creare campagne separate a seconda di tutti questi fattori bensì possono essere gestiti più facilmente attraverso selezioni generali.

Ad esempio, la pizzeria di cui sopra può scegliere di offrire il 25% in più per le aste relative a persone che stanno cercando “pizza” che si trovano entro un raggio di mezzo kilometro dalla pizzeria. Oppure offrire il 20% in meno per pubblicità che vengono pubblicate dopo le undici di sera. Infine possono scegliere di offrire il 50% in più per le aste di pubblicità da pubblicare su smartphones.

Tutte queste “rettifiche” possono essere applicate a tutte le pubblicità, a tutte le parole chiave pertinenti una singola campagna pubblicitaria.

Un altro esempio è quello relativo ai diversi contesti nei quali viene mostrata la pubblicità. Ad esempio, una catena di vendita al dettaglio di carattere nazionale può scegliere di mostrare pubblicità che invitano a visitare un particolare negozio quando la pubblicità viene mostrata su uno smartphone ed invece mostrare una pubblicità che punti verso il sito Web dell’azienda quando viene mostrata su un computer.

Tutti questi cambiamenti verranno messi in atto a metà 2013.

Chi di voi usa Google Adwords per pubblicizzare il proprio blog?

Biografia dell'Autore

Aldo Mencaraglia è nato a Genova ed è cresciuto in provincia di Cuneo. A 19 anni è partito per studiare in Inghilterra e non è più tornato. Ha lavorato in Gran Bretagna, Cina e Taiwan e dal 2002 vive a Melbourne, Australia. Nel 2008, per condividere la sua esperienza con quanti sognano di cambiare vita, ha aperto italiansinfuga.com. Nel 2011 ha aperto Italiansinfugadigitale.com per condividere tutto ciò che ha imparato su come creare un blog.

Scrivi un commento




Se vuoi mostrare una tua immagine di fianco ai commenti, crea un Gravatar.