Come gestire i commenti negativi

  • Sharebar

Se avete intenzione di iniziare un blog, preparati a dover gestire, soprattutto dal punto di vista emotivo, i commenti negativi e gli insulti.

Ho già parlato dell’importanza dell’avere commenti come parte integrante del vostro blog.

La maggior parte dei commenti sarà positiva e costruttiva però dovete prepararvi a gestire alcuni commenti negativi.

Di qualsiasi argomento voi scriviate, ci saranno lettori che saranno in disaccordo con voi.

In tanti chiuderanno il browser senza lasciare un commento. Alcuni commenteranno, alcuni in modo pesante.

Ammetto che non ho ancora imparato a gestire in modo totalmente razionale la negatività dei commenti. Ancora adesso, dopo alcuni anni di attività come blogger, alcuni commenti riescono a farmi “incavolare”.

Il consiglio che do è quello di, il più possibile, non farsi intrappolare dal punto di vista emotivo da questi commenti.

Se non avete ancora iniziato il vostro blog, consiglierei di andare a leggere i commenti sui vari siti di testate nazionali.

Vi farete un’ottima idea del livello di “conversazione” che la sezione commenti può generare. La maggior parte dei commenti è costruttiva ed contribuisce alla conversazione. Esistono però alcuni individui che, non si sa perché, utilizzano il commento per sfogare la propria rabbia e frustrazione.

Questo succede a tutti i blog.

Personalmente cerco di non ‘bannare’ gli utenti però di sicuro cancello il singolo commento se lo ritengo troppo negativo.

Non gradisco l’utilizzo di parolacce o gli insulti gratuiti verso gli altri utenti. Soprattutto cerco di proteggere gli intervistati in quanto si sono esposti al pubblico e meritano un’attenzione particolare.

Quando gli insulti sono diretti a me, sono meno restrittivo, avendoci fatto l’abitudine.

Detto ciò di sicuro non permetto a chi, anonimamente, mi lancia insulti “a casa mia”.

L’essere in disaccordo con me va benissimo ma c’è modo e modo di esprimerlo.

Inoltre vorrei sempre consigliare di ricordarsi le motivazioni che vi hanno spinto ad iniziare il blog.

Inserite il singolo commento negativo nel contesto della vostra passione e della motivazione che guida la vostra dedizione al blog. Riuscirete molto meglio a far sì che la negatività non vi abbatta troppo.

A me aiuta moltissimo dare l’enfasi, emotivamente, a tutti i commenti positivi e, di nuovo, inserire la negatività nel contesto della totalità dei commenti. Quando ricevette decine se non centinaia di commenti positivi per ogni commento negativo, è molto più facile gestire quest’ultimo.

Riassumendo, i commenti negativi e gli insulti arriveranno ma “non curatevi di loro, ma guardate passate”

Biografia dell'Autore

Aldo Mencaraglia è nato a Genova ed è cresciuto in provincia di Cuneo. A 19 anni è partito per studiare in Inghilterra e non è più tornato. Ha lavorato in Gran Bretagna, Cina e Taiwan e dal 2002 vive a Melbourne, Australia. Nel 2008, per condividere la sua esperienza con quanti sognano di cambiare vita, ha aperto italiansinfuga.com. Nel 2011 ha aperto Italiansinfugadigitale.com per condividere tutto ciò che ha imparato su come creare un blog.

Scrivi un commento




Se vuoi mostrare una tua immagine di fianco ai commenti, crea un Gravatar.