Quanto deve essere nicchia la vostra nicchia?

  • Sharebar

Il consiglio che riceverete dalla maggior parte dei blogger è quello di concentrarvi su una nicchia di vostra competenza.

In questo modo riuscirete a produrre contenuti che siano apprezzati da chi legge in quanto dimostrerete conoscenze che il lettore magari non ha ed è interessato a ricevere.

Il problema nasce quando la nicchia risulta essere molto specializzata e potenzialmente di limitato respiro.

Dopo la prima ondata di articoli che coprono il vostro argomento di competenza, è possibile che vi troviate in difficoltà nel decidere l’argomento o il tema del prossimo articolo.

Scoprite che avete coperto la maggior parte delle tematiche ed è difficile inventarsi nuovi spunti per la vostra futura comunicazione.

Il mio consiglio è, innanzitutto, quello di pensare in “modo laterale” e cercare di espandere gli argomenti che avete già trattato, dando loro un nuovo taglio ed un nuovo respiro.

Non si tratta di “riscaldare la minestra” bensì di aggiungere ulteriori informazioni alla quale magari non avevate pensato mentre scrivevate l’articolo originario.

Ad esempio, potete affrontare la stessa tematica però dal punto di vista di una sezione particolare della vostra audience.

Un articolo generico sul mondo del lavoro può fornire uno spunto per un nuovo articolo affrontando l’argomento dal punto di vista degli ultracinquantenni.

Oppure un articolo su come imparare l’inglese può essere reinterpretato dal punto di vista di chi non può permettersi lezioni private.

L’altra soluzione riguarda l’ampliamento della nicchia.

Ad esempio, io ho iniziato Italiansinfuga parlando principalmente (e lo faccio ancora oggi) di Inghilterra e di Australia, le due nazioni estere nelle quali ho vissuto.

Dopo un po’ mi sono ritrovato nella situazione di mancanza di spunti per creare nuovi articoli senza ripetere quello di cui avevo già scritto.

Ho pensato quindi di ampliare il raggio d’azione e di includere tutte le nazioni del mondo. Ovviamente la mia conoscenza di nazioni nelle quali non ho mai vissuto è limitata e quindi ho risolto cercando altri italiani che vivessero in quelle nazioni e chiedendo loro se fossero disposti ad essere intervistati.

Le interviste si sono rivelate un ottimo modo per creare contenuti nuovi, interessante, freschi, con una voce diversa dalla vostra.

Per quanto voi siate esperti della vostra nicchia ci saranno comunque altri esperti e quindi il loro punto di vista sarà apprezzatissimo da parte del vostro pubblico.

Si tratta quindi di cercare e scovare questi esperti sia che essi siano esperti della vostra nicchia esatta sia che siano esperti di nicchie adiacenti.

La ricerca potrà avvenire tramite i soliti canali: blog, social networks, eccetera

Nel mio caso ho quindi potuto “facilmente” ampliare il raggio di argomenti trattati a tantissime altre nazioni del mondo.

Potreste poi prendere in considerazione argomenti relativi a nicchie adiacenti. Ad esempio, tantissime domande che ricevevo agli inizi (ed ancor oggi) erano relative a come trovare lavoro e a come scrivere un curriculum.

Ho quindi deciso di dedicare una porzione dei nuovi articoli a queste due tematiche.

Piano piano Italiansinfuga si è quindi trasformato da un blog relativamente personale e concentrato su due destinazioni geografiche particolari, ad un blog di più ampio raggio.

La nicchia rimane sempre quella, l’emigrazione verso l’estero, però adesso è stata ampliata per includere altre nicchie, sia dal punto di vista geografico sia dal punto di vista degli argomenti.

In questo modo è molto più facile trovare nuovi spunti per nuovi articoli ed è quello che consiglierei di fare a tutti voi quando vi trovate davanti allo schermo bianco, in attesa di essere riempito di parole e fate fatica a trovare l’ispirazione.

Biografia dell'Autore

Aldo Mencaraglia è nato a Genova ed è cresciuto in provincia di Cuneo. A 19 anni è partito per studiare in Inghilterra e non è più tornato. Ha lavorato in Gran Bretagna, Cina e Taiwan e dal 2002 vive a Melbourne, Australia. Nel 2008, per condividere la sua esperienza con quanti sognano di cambiare vita, ha aperto italiansinfuga.com. Nel 2011 ha aperto Italiansinfugadigitale.com per condividere tutto ciò che ha imparato su come creare un blog.

Commenti (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Simona scrive:

    Bellissimo articolo!
    Io da poco ho iniziato un blog in cui parlo della laurea “inutile”, e questo articolo è lo sprint che mi serviva! Grazie Aldo!

  2. Sam scrive:

    Quello che fai è utile e interessante. Che lavoro facevi all’ inizio in Inghiterra e Australia? Ciao.

Scrivi un commento




Se vuoi mostrare una tua immagine di fianco ai commenti, crea un Gravatar.