Non basta avere un blog

  • Sharebar

Al giorno d’oggi avere ‘solo’ un blog non basta.

Il successo del blog viene anche determinato dall’uso dei social media.

Il blog deve rimanere il punto focale di tutti i vostri sforzi online perché è l’unica piattaforma il cui destino rimane (quasi) interamente nelle vostre mani.

Specifici social media ci sono oggi ma domani chissà.

MySpace cavalcava la cresta dell’onda alcuni anni fa mentre adesso è quasi scomparso.

Facebook oggi viene visitato da miliardi di persone ma tra 5 anni?

Detto ciò, il traffico che potete ricevere dai social media può trasformare il vostro blog in un blog di enorme successo.

Si tratta di capire bene come usare i social media.

Di capire quali piattaforme i vostri lettori usino.

Di offrire loro contenuti adatti alle loro aspettative sui singoli social media.

Riuscirete inoltre a far conoscere il vostro blog a utenti che probabilmente non lo avrebbero altrimenti incontrato. Tanti di loro è probabile che prediligano quasi esclusivamente un social network e non dedichino molto tempo all’esplorazione della blogosfera.

Ma quali social media usare? Ce ne sono decine e usarli tutti può essere controproducente. Disperderete energie preziose, diluendo così il loro effetto.

Per esperienza personale con Italiansinfuga, ho capito che gestire efficacemente più di due-tre social networks diventa molto difficile.

Ho dedicato tempo ed energia allo sviluppo di quasi tutte le piattaforme, ricevendo responsi diversi.

Si è trattata di un’esperienza utilissima perché adesso sono in grado di condividerla con voi ed aiutarvi ad evitare gli errori che ho fatto io.

A seconda dell’argomento del vostro blog e delle caratteristiche del vostro pubblico, la scelta può essere molta diversa ma io consiglierei, in order decrescente di importanza:

Facebook

Che piaccia o meno, considerato il numero di utenti, la presenza su Facebook è d’obbligo.

Io consiglierei vivamente di concentrare gli sforzi sulla creazione e gestione di una Pagina piuttosto che di un Gruppo. Questi ultimi sono più difficili da gestire e richiedono una maggiore attenzione in termini di tempo.

Il volume di traffico che riuscirete ad indirizzare verso il vostro blog (o altre risorse comunque utili) può essere veramente impressionante quando avete un alto numero di persone alle quali piace la vostra Pagina.

Twitter

La facilità di uso di Twitter ne fa una piattaforma ottima per comunicare i contenuti del vostro blog e per condividere links a risorse interessanti.

Si tratta di una piattaforma diversa rispetto a Facebook.

Meno, secondo me, propensa alla creazione di conversazioni ma utilissima per creare un seguito di persone interessate a quello che avete da dire.

Youtube

Un po’ più difficile creare contenuti dal punto di vista tecnico ma Youtube è una piattaforma che assumerà sempre più importanza nel futuro non troppo lontano.

Con la maggior velocità di trasmissione delle connessioni internet, il consumo di contenuti si sta velocemente spostando verso il video piuttosto che testo.

Diventando esperti nella produzione di contenuti per Youtube vi distinguerete dalla maggior parte di bloggers che non vorranno o riusciranno a fare il salto dal punto di vista tecnico.

Linkedin

Consiglio l’utilizzo di Linkedin solo ai blogger i cui contenuti hanno a che fare con il mondo del lavoro.

E’ un social network prettamente dedicato ai professionisti e quindi se il vostro blog parla di sport, ad esempio, magari non troverete l’audience che state cercando.

Instagram

Una piattaforma molto giovane (!) nel mondo dei social networks. Dedita alla condivisione di foto tramite smartphone. Di uso semplicissimo e ottimamente collegata a Twitter e tutt gli altri social networks.

Potete dare sfogo alla vostra creatività grazie al fatto che “un’immagine valle mille parole”.

Altri networks che potete prendere in considerazione sono Slideshare, Pinterest, Flickr, Foursquare…..

Insomma ce ne sono tantissimi e tutti possono fare il caso del vostro blog.

Uno dei consigli che terrei a dare però è quello di avere pazienza. Molto probabilmente non creerete un seguito nello spazio di pochi giorni o poche settimane.

E’ più probabile che ci vorranno mesi se non anni di lavoro ma la qualità dei contenuti verrà a galla.

La regola principale che vale per tutti i social media è che più tempo e sforzi dedicate loro, migliori risultati otterrete.

Quali social media prediligete?

Biografia dell'Autore

Aldo Mencaraglia è nato a Genova ed è cresciuto in provincia di Cuneo. A 19 anni è partito per studiare in Inghilterra e non è più tornato. Ha lavorato in Gran Bretagna, Cina e Taiwan e dal 2002 vive a Melbourne, Australia. Nel 2008, per condividere la sua esperienza con quanti sognano di cambiare vita, ha aperto italiansinfuga.com. Nel 2011 ha aperto Italiansinfugadigitale.com per condividere tutto ciò che ha imparato su come creare un blog.

Scrivi un commento




Se vuoi mostrare una tua immagine di fianco ai commenti, crea un Gravatar.